Top 3 Benefici per la salute degli usi dell’acido grasso Omega-3

Colesterolo alto

Le persone che seguono una dieta mediterranea tendono ad avere livelli di colesterolo HDL (buoni) più elevati, che contribuiscono a promuovere la salute del cuore. Gli eschersi inuit, che ottengono grandi quantità di acidi grassi omega-3 da mangiare pesce grasso, tendono anche ad aumentare il colesterolo HDL e diminuire i trigliceridi (grassi nel sangue). Diversi studi dimostrano che gli integratori di olio di pesce riducono i livelli di trigliceridi. Le noci, ricche di acido linolenico alfa o ALA, che possono essere convertite in omega-3 nel corpo, sono state riportate di abbassare il colesterolo totale ei trigliceridi nelle persone con elevati livelli di colesterolo.
Alta pressione sanguigna

Diversi studi clinici suggeriscono che le diete ricche di acidi grassi omega-3 abbassano la pressione sanguigna nelle persone con ipertensione. Un’analisi di 17 studi clinici che utilizzano supplementi di olio di pesce ha scoperto che prendere 3 o più grammi di olio di pesce ogni giorno può ridurre la pressione sanguigna nelle persone con ipertensione non trattata. Le dosi di questo livello, tuttavia, devono essere prese solo sotto la direzione di un medico.
Malattia del cuore

Il ruolo degli acidi grassi omega-3 nelle malattie cardiovascolari è ben accertato. Uno dei modi migliori per aiutare a prevenire le malattie cardiache è mangiare una dieta a basso contenuto di grassi saturi e mangiare cibi ricchi di grassi monoinsaturi e polinsaturi (inclusi gli acidi grassi omega-3). Evidenza clinica suggerisce che l’EPA e DHA (acido eicosapentaenoico e acido docosahecsenico), i due acidi grassi omega-3 presenti nell’olio di pesce aiutano a ridurre i fattori di rischio per le malattie cardiache, compreso il colesterolo alto e l’alta pressione sanguigna. L’olio di pesce è stato dimostrato di abbassare i livelli di trigliceridi (grassi nel sangue) e ridurre il rischio di morte, attacco cardiaco, ictus e ritmi cardiaci anormali nelle persone che hanno già avuto un attacco cardiaco. L’olio di pesce sembra anche aiutare a prevenire e curare l’aterosclerosi (indurimento delle arterie) rallentando lo sviluppo di placca e coaguli di sangue, che possono ostruire le arterie.

I grandi studi di popolazione suggeriscono che ottenere gli acidi grassi omega-3 nella dieta, soprattutto dai pesci, aiuta a proteggere contro l’ictus causato dalla formazione di placca e dai coaguli di sangue nelle arterie che portano al cervello. Mangiare almeno 2 porzioni di pesce a settimana può ridurre il rischio di ictus fino al 50%. Tuttavia, dosi elevate di olio di pesce e acidi grassi omega-3 possono aumentare il rischio di sanguinamento. Le persone che mangiano più di 3 grammi di acidi grassi omega-3 al giorno (equivalenti a 3 porzioni di pesce al giorno) possono avere un rischio maggiore per ictus emorragico, un tipo di ictus potenzialmente fatale in cui un’arteria nel cervello scompare o rottura. Gli studi suggeriscono inoltre che gli acidi grassi omega-3 possono avere proprietà antiossidanti che migliorano la funzione endoteliale e possono contribuire a benefici cardiaci.